mercati finanziari

Pubblicata in Mercati Finanziari il 04-09-2015

 

Il Presidente della BCE Mario Draghi apre formalmente le porte a

nuovi interventi della banca centrale, a causa dei rischi al ribasso dell'inflazione, indotti dai bassi prezzi del petrolio, ma ritiene al momento prematuro fornire dettagli in merito all'espansione degli aiuti. Il direttivo ha però deciso di alzare il limite sull'ammontare delle emissioni incluse nel suo programma di acquisti al 33% dal 25% precedente. Draghi, confermando che la BCE intende implementare il piano di acquisto di bond sino a settembre 2016 o anche "oltre", se necessario, ha confermato che vi sono rischi di un rallentamento dell'inflazione.