economia internazionale

Pubblicata in Economia Internazionale il 04-09-2015

 

Il Fondo Monetario Internazionale ha annunciato di aver rivisto al ribasso le stime sulla crescita globale del 2015 al 3,3%.

 

 

La motivazione risiede nell'attività economica del Nord America, che si è confermata più debole delle attese, in occasione del primo trimestre.

 

L'outlook è stato tagliato rispetto a quello di aprile, quando l'istituzione di Washington guidata da Cristine Lagarde aveva atteso un rialzo del pil +3,5%.

 

Altri fattori che hanno inciso sulla revisione al ribasso sono stati la ripresa dei prezzi del petrolio, la crescita dei tassi dei bond e la debole inflazione.