nota congiunturale sintetica novembre 2015

Pubblicata il 02-11-2015

 

Nell’area euro, l’evoluzione ciclica nel secondo trimestre è apparsa differenziata tra i principali paesi: più positiva in Spagna (+1% la variazione congiunturale) meno dinamica in Germania (+0,4%) e Italia (+0,3%), stagnante in Francia. In settembre, l’indicatore del clima di fiducia nell’area euro (ESI) ha segnato un deciso incremento, sintesi di un miglioramento nell’industria e nei servizi mentre le attese dei consumatori hanno evidenziato una sostanziale stabilizzazione. Tra gli imprenditori si sono rafforzati i segnali positivi relativi alle attese di produzione e al livello corrente degli ordinativi. La marginale decrescita dell’indice €-coin in settembre (ma con un livello che si mantiene elevato) appare comunque coerente con le indicazioni relative alla prosecuzione dell’espansione su ritmi moderati.